La frittella palermitana

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
584FollowersSegui

 

fave1Se chiedi ad un palermitano cos’è la “Frittedda” o “Frittella”vedrai che non avrà nessun dubbio nel risponderti e la risposta sarà sicuramente contraria a quella che un non palermitano potrebbe dare! Niente fritto o frittelle o frittata, la “frittedda” è esclusivamente un piatto tipico palermitano composto, o di sole fave, o tradizionalmente di,  fave, piselli e carciofi.
La prelibatezza di questo incontro di ortaggi sta nella freschezza, più questi ortaggi son freschi più la “frittedda” vien buona.

piselliSi tratta di una ricetta primaverile, i tre componenti  di questo piatto, che crescono nel periodo che va da marzo ad aprile, devono assolutamente essere freschi, piccoli e teneri.


Occorrono

  • carciofi1 chilo di fave
  • 500 gr. di piselli
  • 6 carciofi
  • 1 cipolla
  • 1/2 bicchiere di aceto
  • 1/2 cucchiaio di zucchero
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale e pepe

Pulite sei carciofi togliendo le punte e le foglie più dure, tagliateli a spicchi e lasciateli in acqua con del limone. Sgusciate 1 kg di fave e 500 g di piselli freschi.

In un tegame, fate imbiondire, in olio extra vergine d’oliva, una bella cipolla tagliata a fette sottilissime. Aggiungete al soffritto i carciofi scolati, i piselli e le fave, ricoprendo tutto con un po’ di acqua. Salare, pepare e lasciate cucinare a fuoco moderato e coperto per circa 20 minuti, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno molto delicatamente. La frittella è così cotta e buonissima. La vera ricetta palermitana prevede invece che, a cottura ultimata, si aggiunga alla pietanza, mezzo bicchiere di aceto con mezzo cucchiaio di zucchero, che va mescolato alla frittella e sfumato a fuoco ancora acceso. Questa ricetta è molto buona mangiata fredda, ma se non aggiungete, zucchero e aceto potete servire questo piatto anche caldo e servirlo come contorno o come piatto unico.

PALERMO IN TAVOLA

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Farfalle al pesto di basilico, rucola e pomodorini siciliani

Un primo piatto fresco, veloce da preparare e di sicuro effetto, preparato con basilico fresco biologico, aglio di Nubia, particolarmente buono e digeribile, pomodorini...

La corsa della bagasce lungo il Cassaro

Un tempo il Cassaro era la strada più elegante e il palcoscenico più ammirato di Palermo. La passeggiata lungo il Cassaro era molto amata dalle...

La figlia del Principe Arabo

Andando in giro per Palermo, specie nelle zone del centro storico o vicino alla stazione centrale, si può notare come la città sia diventata...

La storia di Maqueda, il viceré pirata

Il viceré Bernardino de Cárdenas, duca di Maqueda, è entrato in modo indelebile nella storia di Palermo, visto che proprio a lui si deve...

Cimiteri di Palermo: orari di apertura

Cimitero di Sant’Orsola Piazza Sant’Orsola, 2 Aperto tutti i giorni dalle ore 8 alle 14 tel: 091 422691 Cimitero Santa Maria dei Rotoli Via Vergine Maria Aperto tutti i giorni...

Biscotti reginelle o inciminati

Le reginelle sono tradizionali biscotti siciliani, conosciute anche come "biscotti inciminati" perchè interamente ricoperti da semi di sesamo, detto in siciliano "cimino"o "giuggiulena". Sono semplici...