Casarecce con broccoli siciliani speck e noci

Autore:

Categoria:

Un primo piatto davvero buono e semplice da preparare. Uno sposalizio perfetto, dove la cremosità del broccolo si unisce con la croccantezza delle noci e l’affumicato dello speck regalando al nostro palato un sapore unico.

Ingredienti

  • Casarecce 500 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Broccoli siciliani 500 g
  • Olio Extravergine D’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • Gherigli di noci circa 20
  • Speck affumicato DOC siciliano(a dadini) 150 g

Preparazione

Pulite i broccoli, divideteli in piccole cime e lessateli in abbondante acqua salata  per 6 – 7 minuti circa. Mettete una padella dell’olio extravergine di oliva e fate rosolare lo spicchio d’aglio con il peperoncino; appena l’aglio inizierà a dorarsi toglietelo dalla padella.
Scolate i broccoli, senza buttare l’acqua di cottura, sminuzzateli e metteteli nella padella con l’olio, fate cuocere per qualche minuto schiacciandoli bene con l’aiuto di una forchetta o di un cucchiaio di legno in modo da ridurli in crema. Nel frattempo, in un’altra padella, fate rosolare lo speck a dadini per qualche minuto, spegnete il fuoco e tenetelo da parte.
Nell’acqua in cui avete lessato i broccoli fate cuocere le casarecce.
Scolate la pasta e mettetela nella padella assieme alla crema di broccoli quindi, amalgama bene il tutto, aggiungete i dadini di speck e le noci sminuzzate.
Fate amalgamare le casarecce alla crema di broccoli e poi servite in tavola.

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare anche...

Chiesa del Gesù (Casa Professa)

La chiesa del Gesù, meglio conosciuta a Palermo come Casa Professa, è un meraviglioso gioiello barocco nel cuore della città, proprio ai margini del...

Perché chiamiamo i soldi picciuli?

Tra i tanti termini per definire i soldi, in lingua siciliana, probabilmente il più comune è picciuli. Da dove deriva questo termine apparentemente inconsueto? La...

Oratorio di San Marco

Seminascosto nella omonima piazzetta San Marco, dell'antico Quartiere Seralcadio (l'attuale mandamento Monte di Pietà), l'Oratorio di San Marco è un piccolo monumento degno di...

Pane fritto, antica e dolce merenda siciliana

Un'antica e dolce merenda che tutti i nostri nonni ci hanno preparato e che ricorda l'infanzia a molti di noi è il pane fritto...

Il Castello della Zisa

Il palazzo della Zisa, o Castello della Zisa o semplicemente "la Zisa" è uno dei capolavori Arabo-Normanni di Palermo, dal 2018 Patrimonio Mondiale dell'Umanità...

Cosa ci fa un faro in via dei Quartieri?

In via dei Quartieri, nei pressi di piazza San Lorenzo, si erge un’alta struttura tinta di bianco, del tutto somigliante ai fari che si...