Cous Cous di mare “Verde mare e Giallo sole”

Autore:

Categoria:

cous cousIl Cous Cous è un piatto di origine Nord Africane, ma che è diventato, per i suoi legami storici e sociali, un piatto tipico della Sicilia Nord Occidentale. Lo troviamo cucinato in tante maniere, infatti, a Trapani, a San Vito Lo Capo, dove si svolge ogni anno il “Cous Cous fest”, che celebra il cous cous come piatto della pace, comune a tantissime culture, e poi a Favignana e via via in tutta la Sicilia. Un primo piatto divenuto ormai tipico del mediterraneo.

Oggi ve ne proponiamo una ricetta colorata al verde dei tenerumi e finocchietto selvatico, con carpaccio di gambero su vellutata di patate allo zafferano

di Salvatore Lipari

Ingredienti per 4 persone:
400 gr di cous cous bia
300 gr di foglie di tenerumi
100 gr di seppia tagliata a dadi
100 gr di tonno fresco tagliato a dadi 100 gr di cozze sgusciate
4 gamberoni rosso di mazzara
4 patate di media grandezza
1 busta di zafferano
1/2 porro
1 manciata di finocchietto selvatico
n.10 pomodorino datterino
caviale
pinoli tostati
prosecco
sale e pepe q.b
olio extra vergine di oliva
semi di papavero

Procedimento:
In una casseruola rosolare 1/4 di porro insieme alle seppie, tonno e cozze. sfumare il tutto con del prosecco ed aggiungere 4 bicchieri dell’acqua delle cozze precedentemente filtrata. In un’altra casseruola  portare ad ebollizione i tenerumi con un filo d’olio extra vergine di oliva, e l’acqua fino a coprirli, continuare la cottura affinchè l’acqua non evapori del tutto, regolare di sale e pepe q.b. e successivamente frullarli con un mixer fino all’ottenimento di una vellutata. A parte, in un altra casseruola, bolllire le patate gia’ pelate insieme al restante porro ed unire lo zafferano, appena cotte frullarle fino a farle diventare una vellutata. All’interno della casseruola cuocere il cous cous per circa 2-3 minuti, lasciarlo umido ed aggiungere la vellutata di tenerumi, più il pomodorino crudo tagliato a dadi. Impiattamento:
Riempire un coppapasta di medie dimensioni con il cous cous verde mare, sopra aggiungere 1 coda di gambero aperta a libro e privata del suo filo, attorno aggiungere i pinoli tostati, caviale o uova di lompo nero. decorare il piatto con una virgola di vellutata di patata allo zafferano ed aggiungere qualche seme di papavero.

Buon appetito!

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

10,496FansLike
478FollowersSegui
549FollowersSegui
Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Nuova poesia italiana, le Edizioni Kemonia cercano poeti per un’antologia

Khalil Gibran ha scritto: “La poesia è il segreto dell’anima: perché rovinarla con le parole?”. Quant’è vero. Forse più che parlare di poesia, dovremmo...

Il mistero della Madonna della Provvidenza ai Teatini

A Palermo, sotto la chiesa di San Giuseppe dei Teatini, si trova una grande chiesa ipogea intitolata alla Madonna della Provvidenza. Qui c'è un...

Palermo e la lotta contro il caldo: storia e curiosità!

Quando c'è caldo a Palermo qualcuno sbuffa (sciuscia). Non è un problema nuovo, anzi è antichissimo! Ed una volta i mezzi per contrastarlo non...

Via Maqueda diventa area pedonale nel tratto stradale compreso tra la via Cavour e piazza Villena

Dal prossimo 3 agosto sarà istituita l'area pedonale in via Maqueda, nel tratto stradale compreso tra la via Cavour e piazza Villena. L'accesso veicolare...

Movida palermitana: le nuove regole

26 giugno 2020 - l sindaco Leoluca Orlando ha firmato ieri un'ordinanza che modifica gli orari di vendita e somministrazione di bevande alcoliche e...