Confettura di Cachi

La confettura di cachi è una conserva molto particolare ricavata dalla polpa di uno dei frutti autunnali più amati in Sicilia

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
599FollowersSegui

La Confettura di cachi è una conserva molto particolare realizzata con questo frutto autunnale dal sapore inconfondibile, perfetta da spalmare su fette biscottate, ma anche per realizzare crostate, farcire torte, dolci o per accompagnare formaggi stagionati.  

La Sicilia vanta di una bella coltivazione tipica  prodotta nel territorio di Misilmeri vicino a Palermo.

Per la preparazione di questa buonissima confettura occorrono cachi ben maturi ma sodi e privi di spaccature o macchie nere.

 


Ingredienti

  • 1 kg di cachi
  • 250 gr di zucchero di canna
  • 1 mela piccola
  • 1 limone
  • 1 stecca di vanigliaPrima di tutto, sterilizzate i vasetti e metteteli da parte.
    Lavate i cachi sotto il getto dell’acqua e asciugateli con un carta assorbente da cucina. Eliminate la buccia e i semi e poi riduceteli a pezzetti. Mettete tutto in una pentola con il succo di un limone e la mela tagliata a dadini.Mettete la pentola sul fuoco, a fiamma moderata e fate bollire per circa 10 minuti. Togliete la pentola dal fuoco e frullate il composto. Rimettetelo nella pentola. Unite lo zucchero, la vaniglia e mescolate il tutto con un cucchiaio di legno e fate cuocere a fiamma bassa per altri 40-50 minuti. A cottura avvenuta, spegnete il fuoco e togliete il baccello di vaniglia
    Ponete la vostra confettura ancora bollente nei vasetti sterili, fino ad 1 centimetro di spazio dal bordo, richiudete  e capovolgete affinché si formi il sottovuoto.

    Conservateli in luogo buio e asciutto. La confettura di cachi si conserva per circa 3 mesi, purché il sottovuoto sia avvenuto correttamente

    Crostata di cachi

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Il fantasma del Castello di Caccamo

Da secoli le storie di fantasmi appassionano e spaventano migliaia di siciliani. Sebbene alcune nascano e scompaiano nell’arco di una generazione, altre leggende sopravvivono...

Via Vittorio Emanuele

La via Vittorio Emanuele, anticamente conosciuta con il nome di Cassaro, è la via più antica della città. La sua creazione risale alla fondazione...

La caponata di melanzane

La caponata è un noto piatto siciliano composto da verdure fritte, principalmente melanzane, e condite con salsa agrodolce. Da dove derivi questo nome, precisamente non...

Via Madonna del Soccorso

La via Madonna del Soccorso va da via Altarello a via Carlo Del Prete. La Madonna del Soccorso è la chiesa parrocchiale della borgata di...

Via Bara all’Olivella

La via Bara all’Olivella va da via Lampedusa a via Maqueda. Prende il nome dalla “vara” di San Francesco di Paola, la cui statua, appartenente...

Via Costantino Làscaris

Dal corso Alberto Amedeo alle vie Albimonte, Contessa Giuditta e Contessa Adelasia. Làscaris fu un umanista, nato a Costantinopoli nel 1434 e morto a Messina...