I Passavolanti di Vicari

Autore:

Categoria:

I Passavolanti, o meglio passavulanti di Vicari, fanno parte della grande varietà di leccornie della pasticceria siciliana. Inventati nel ‘700 dai monaci del convento di San Francesco, a Vicari, paesino dell’entroterra palermitano, per omaggiare gli invitati al matrimonio della figlia del re, non sono altro che biscotti di mandorle,  fatti con ingredienti semplici e genuini come uova, farina, zucchero e mandorle. Ma perché “Passavolanti”? Dice la storia, che i monaci, non avendo previsto il gran numero di invitati alle nozze, cominciarono a passare velocemente i dolcetti tra i commensali che per assaggiarli, furono costretti a prenderli a volo.

Ecco la ricetta originale di Vicari

  • 1 kg di mandorle sbucciate
  • 4 uova (5 se sono piccole)
  • una bacca di vaniglia o una bustina di vaniglina
  • 800 grammi di zucchero
  • 200 grammi di farina
  • un buon pizzico di cannella
  • succo di mezzo limone

Tostate le mandorle e spezzettatele grossolanamente. In una ciotola  montare con la frusta le uova e lo zucchero per circa 15 minuti affinché diventino ben spumose. Aggiungere  la cannella, la vaniglia, le mandorle tostate, la farina,  il succo di limone e amalgamare il composto dal basso verso l’alto.
Oliate una teglia e mettete dei mucchietti d’impasto distanziati l’uno dall’altro. Mettere in forno preriscaldato a 180° per sei minuti nella parte bassa del forno e poi per altri sei minuti nella parte alta.
Togliere dal forno, far raffreddare e servire. Ottimi accompagnati da un tè o caffè.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

12,798FansLike
478FollowersSegui
567FollowersSegui
Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Un anno di Covid

Esattamente un anno fa, il 25 febbraio 2020, abbiamo avuto in Sicilia il primo caso di coronavirus, una turista bergamasca in visita a...

Le Catacombe dei Cappuccini

Chi visita il cimitero sotterraneo dei Cappuccini si appresta a compiere un viaggio a ritroso nel tempo e nello spazio, certo, ma soprattutto in...

Pasta al ragù siciliano

Quando ero bambina uno degli odori che mi svegliava nelle fredde domeniche d’inverno era quello del “ragù siciliano”. Mamma si alzava alle sei del mattino...

La Sicilia torna in zona gialla

Da lunedì mattina la Sicilia sarà zona gialla. Nessuna deroga per domenica di San Valentino come chiedeva il governatore Musumeci. Il cambiamento rispetto alla...

“Chista a sai?”: proverbi siciliani

Secondo alcuni, i proverbi sarebbero la quintessenza dell'ignoranza, un modo filosofico di esprimere semplicemente dei luoghi comuni, cose ovvie insomma. Secondo altri, invece, essi...

Pasta con pesto, pomodori secchi e olive

La pasta con pesto di basilico, pomodori secchi sott’olio e olive è un primo piatto facile, veloce e buonissimo. Un piatto vegetariano di grande...