Da dove viene il termine Locco?

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
619FollowersSegui

Dopo aver analizzato le origini del termine Babbasone, andiamo a ricercare le origini di un altro aggettivo molto popolare a Palermo. Locco è un epiteto più simpatico che offensivo, che indica una persona un po’ stupida, sciocca, oppure uno scemo in senso buono.

Camminando per Palermo capita di sentire espressioni più o meno colorite, alcune addirittura simpatiche. Tra queste c’è l’aggettivo “Locco” talvolta detto con tanto di rincorsa, in modo da trasformarsi in qualcosa di difficile da trascrivere, ma che suona più o meno come “Luoaccu”.

Ma andiamo per ordine.

Da dove viene questo curioso termine?

Innanzitutto va detto che la parola locco è presente sul dizionario italiano come “nome regionale”, sebbene il suo utilizzo sia quasi caduto in disuso in tutta la penisola (o almeno nelle zone in cui era utilizzato).
Deriverebbe da allocco, una specie di uccello rapace il cui nome è diventato sinonimo di stupidità già ai tempi dell’antica Grecia, probabilmente perché trattandosi di una specie di animali notturni, gli esemplari catturati dovevano assumere strani comportamenti se tenuti svegli durante il giorno, insomma, dovevano apparire abbastanza rincitrulliti.
Con il passare del tempo poi la parola avrebbe subito una contrazione diventando locco e tutte le sue varianti (tra cui il rafforzativo “babbalocco“, che suona come un’apoteosi dell’ingiuria per stupidità).

Tuttavia esiste un’altra ipotesi, che attribuisce al termine siciliano “Loccu” un’origine differente e maggiormente legata alla nostra storia.
Sebbene la parola ricordi molto il “Loco” spagnolo, sia per assonanza che per significato, i due aggettivi potrebbero essere fratelli, e non derivati l’uno dall’altro.
Infatti entrambi potrebbero derivare da un antico termine Arabo, lawqa, che ha appunto lo stesso significato.
È quindi possibile che, quando gli spagnoli hanno esteso la loro influenza in Sicilia, qualcuno abbia già dato loro dei “Locchi”, forse sperando di non essere capito, visto che possibilmente il termine era stato importato dalla lingua araba.
Tuttavia, è altresì possibile che invece gli arabi abbiano diffuso la parola “loco” prima nella penisola iberica e che poi gli spagnoli l’abbiano aggiunta al nostro vocabolario comune, così come molti altri vocaboli della lingua siciliana.

Tra antichi greci, arabi e spagnoli, risulta difficile risalire alla vera origine del termine Locco, resta il fatto che rimane uno degli epiteti più comuni del vocabolario siciliano.

Foto: Wikipedia

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile e redattore di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Via del Parlamento

La via del Parlamento va dalla via Vittorio Emanuele alla via Alessandro Paternostro. Nel 1848, dopo la rivoluzione antiborbonica che ne sancì la cacciata (temporanea),...

Ecco chi era Damocle, il famoso siciliano con la spada sulla testa

Centinaia di volte lo abbiamo sentito, ma da dove viene il detto “avere una spada di Damocle”, ovvero essere sottoposti ad un pericolo incombente...

Pasta con pesce spada e melanzane

La pasta con pesce spada e melanzane è un primo piatto molto usato in Sicilia, tanto da essere considerato tra i piatti tipici regionali. Il...

La leggenda di Santa Rita, la “Santa aggiustamariti”

Nel centro storico di Palermo, vicino al Teatro Massimo, precisamente nel "Quartiere del Capo", si trova la "Chiesa di Sant'Agostino" nota ai palermitani come...

Via Costantino Làscaris

Dal corso Alberto Amedeo alle vie Albimonte, Contessa Giuditta e Contessa Adelasia. Làscaris fu un umanista, nato a Costantinopoli nel 1434 e morto a Messina...

Biscotti di San Martino ripieni

L'11 Novembre, in Sicilia, si è soliti mangiare i biscotti di San Martino, che hanno diverse varianti, a seconda delle zone in cui ci si...