Fusilli con crema di finocchietto selvatico.

Autore:

Categoria:

Aiutaci a far crescere la pagina con un semplice clic sul pulsante...Grazie

22,068FansLike
1,050FollowersSegui
633FollowersSegui

In Sicilia, le foglie del finocchio selvatico sono uno degli ingredienti essenziali per preparare la famosissima Pasta con le sarde, ma c’è un ottimo piatto che viene preparato con lo stesso finocchio selvatico che è altrettanto buono, profumato e direi anche delicato, che viene preparato col finocchio e senza le sarde fresche, si tratta di una crema di finocchietto che poi servirà a condire la vostra pasta. Io preferisco usare i fusilli, ma è chiaro che potrete usare qualsiasi altra pasta corta.

Da dire a chi non è siciliano che il finocchio selvatico è una pianta erbacea perenne,  che cresce spontanea nelle regioni mediterranee e che in Italia è diffusa nelle zone costiere. In Sicilia ne cresce in abbondanza e si sviluppa nei luoghi incolti e secchi.

Ingredienti per 6 persone:finocchietto

1 mazzo di finocchio selvatico
1 cipolla
6 acciughe sott’olio
olio extra vergine d’oliva
sale
pepe nero
panna da cucina
pinoli

 Procedimento per la realizzazione del piatto:

finocchietto selvaticoPulite il finocchio, privandolo delle parti più dure, lavatelo e fatelo bollire in acqua salata per circa 10 minuti. Lasciate intiepidire il finocchietto lessato, strizzatelo per eliminare l’acqua in eccesso, quindi ponetelo su un tagliere e tritatelo con un coltello.
Tenete da parte l’acqua di cottura che vi servirà per cucinare la pasta.
Tritate la cipolla e mettetela in una padella con dell’olio extra vergine d’oliva, quando sarà poco dorata aggiungete le acciughe sott’olio e fatele sciogliere. Aggiungete un mestolo di acqua di cottura del finocchietto. Lasciate cucinare per una decina di minuti a fiamma media e coperto.
Una volta cotto il finocchietto, trasferite il tutto in un recipiente profondo e frullate con il mixer ad immersione. Nel caso in cui la crema di finocchio vi sembri troppo densa, diluite con un po’ d’acqua di cottura del finocchietto.
Versate il finocchietto frullato in un tegame, aggiungete una confezione di panna da cucina  e rimettere nel fuoco. Dopo qualche minuto il condimento è pronto. Cucinate la pasta nell’acqua di cottura del finocchio selvatico e quando sarà cotta scolatela e conditela col vostro condimento. Distribuitela  e aggiungete su ogni piatto dei pinoli tostati.

Servite ben calda.

 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare anche...

Chiesa dell’Assunta delle Carmelitane Scalze

Storia della chiesa dell'Assunta delle Carmelitane Scalze Tra le Chiese ed i Monasteri costruiti a Palermo nel ‘600 possiamo annoverare la splendida Chiesa dell’Assunta delle...

La visita di Carlo V a Palermo

Nell’agosto 1535, Palermo era in gran fermento. L’imperatore Carlo V d’Asburgo era appena sbarcato a Trapani e si preparava ad uno storico giro della...

Celebrazione di matrimonio di massa a Palermo

Nel 1934 a Palermo come in altre città d'Italia si celebrò "la Sagra della Nuzialità", una celebrazione di matrimoni di massa voluti da Mussolini ...

L’archivio storico di Palermo

Chi viene a visitare Palermo non dovrebbe fare a meno di entrare e visitare l'Archivio storico Comunale, con la sua grandiosa "Sala" progettata nel 1881 da...

L’antica infermeria dei Cappuccini

Dietro l’asse dei palazzi nobiliari che si affacciano sul Cassaro alto, raggiungibile da uno dei vicoletti di fronte al Piano della Cattedrale di Palermo,...

Giuseppina Turrisi Colonna “La Poetessa Rivoluzionaria”

Giuseppina Turrisi Colonna è una delle più note poetesse siciliane. Figlia del barone Mauro Turrisi e della nobile Rosalia Colonna Romano dei duchi di Cesarò, la...