Spiedini siciliani

Gli spiedini siciliani o involtini di manzo alla siciliana, costituiscono un piatto tipico, tradizionale, della nostra Sicilia

Autore:

Categoria:

Aiutaci a far crescere la pagina con un semplice clic sul pulsante...Grazie

22,370FansLike
1,065FollowersSegui
633FollowersSegui

Questo piatto di carne è tipico della cucina siciliana, chiamati anche “involtini siciliani”, ma a Palermo li chiamiamo “spitini” o spiedini.

Il piatto può subire delle variazioni nel ripieno, a seconda dei gusti, della provincia o del paese.
Il ripieno tradizionale a Palermo è composto da pangrattato, passoline, pinoli e caciocavallo, ma molti arricchiscono anche con prosciutto o salame piccante, l’importante è intervallare ogni singolo involtino con cipolla e alloro che danno quel caratteristico profumo e quel sapore inconfondibile ed unico

Ingredienti:
1 chilo di fettine di manzo sottili
foglie di alloro q.b.
due cipolle di grosse dimensioni.

Per il ripieno
300 g. di pangrattato
300 g. di caciocavallo o pecorino grattugiato
mezza cipolla
10 g. di passoline
10 g.di pinoli
mezzo bicchiere d’olio extravergine d’oliva
sale, pepe

( Potete a vostro gusto aggiungere del prosciutto e del salame piccante e amalgamare con 1 uovo che renderà il composto più compatto)

Preparazione: Soffriggere la cipolla finemente tritata, una volta imbiondita aggiungere del pangrattato, del formaggio grattugiato. Ammorbidite in acqua tiepida le passoline ed aggiungerle con i pinoli. Amalgamare il composto con un filo d’olio. Esso dovrà risultare compatto in modo da poterlo modellare all’interno dell’involtino di carne (potete aggiungere al posto dell’olio 1 uovo). Preparare gli involtini disponendo su ogni fettina un po’ di condimento e avvolgerle in modo da formare degli involtini.
Preparare lo spiedino e infilzare una sfoglia di cipolla seguita da una foglia di alloro e successivamente l’involtino e poi continuare seguendo questo ordine.

Passare nell’olio gli spiedini e poi passarli nel pangrattato. Successivamente cuocerli su una griglia o su una piastra o al forno per 10-15 minuti.

Buon appetito!

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare anche...

Il Santo Nero patrono di Palermo

Benedetto da San Fratello, noto soprattutto come San Benedetto il Moro, è uno dei patroni della città di Palermo. Ecco la sua storia straordinaria. Percorrendo...

La Difesa Siciliana, come un prete rivoluzionò gli scacchi

Nel gioco degli scacchi esiste una classica apertura denominata Difesa Siciliana, utilizzata da grandi scacchisti in tutto il mondo e resa ultimamente popolare dalla...

Il Principe palermitano rapito dai pirati

Fino a tutto il XVIII secolo, la navigazione nel mar mediterraneo non era per niente sicura, infatti pirati e corsari maghrebini infestavano i mari...

Il fantasma del Castello di Caccamo

Da secoli le storie di fantasmi appassionano e spaventano migliaia di siciliani. Sebbene alcune nascano e scompaiano nell’arco di una generazione, altre leggende sopravvivono...

La cappella Palatina

La cappella Palatina si trova all’interno del Palazzo dei Normanni, costruito nella paleopoli, la parte più alta e antica della città. La Cappella Palatina,...

Insalata di Arance con le Aringhe

Un piatto di origini povere, particolare, per gusto ed accoppiamento di ingredienti, che sembrano contrastare, è l'insalata d'arance con le aringhe, un insalata dal...