Mpignulate siciliane

Le "Mpignulate" sono un piatto tipico siciliano. Si preparano con la pasta di pane, che viene riempita a piacere a seconda della regione

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
619FollowersSegui

La nostra amica Emanuela la Valle oggi ci propone la ricetta delle ‘Mpignulate Siciliane, da non confondere con le impanate o le scacce.

Pare che la loro origine è assai lontana e nacquero per caso dagli scarti di pane, quando le massaie andavano a fare il pane nel dopo guerra circa.

Ingredienti per 4 Mpignulate

600g farina
480ml acqua
10g lievito di birra fresco
10g sale
15g olio evo
1 tuorlo

Per il condimento

1kg spinaci
pepe nero o peperoncino
1 noce di burro
sale a piacere
pancetta o salamino a piacere
formaggio fresco tuma o primo sale a piacere
olive nere condite

Procedimento: (potete impastare anche a mano)

Per prima cosa prepariamo il lievitino: sciogliamo il lievito in 100 ml di acqua e aggiungi 100 gr di farina, entrambe prese dal totale. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente e lasciate riposare per circa 20 minuti. Questo consente di far attivare il lievito. Trascorso questo tempo aggiungete tutta la farina e l’acqua impastando per 10 minuti con la frusta K o foglia.

Quando l’impasto sarà ben amalgamato e elastico aggiungete l’olio.
Quando sarà stato ben assorbito dall’impasto, togliete la frusta e montate il gancio, aggiungete il sale e fate incordare per minimo 10 minuti ancora.
Quando l’impasto sarà bello elastico, formate un panetto grande e mettetelo in una ciotola coperta con un panno umido a lievitare, in forno spento con luce accesa per circa due ore! Ovvero fino a che sarà raddoppiato.

Nel frattempo fate appassire gli spinaci in padella con una noce di burro e lasciate raffreddare e preparate tutti gli altri ingredienti, tagliandoli a cubetti.
Trascorso questo tempo mettete l’impasto sulla bilancia e dividetelo in panetti da circa 200 gr.
Ungete un pò il piano di lavoro e preriscaldate il forno a 200°.
Spianate il panetto formando un rettangolo. Aggiungete il condimento e ripiegate come un fagotto i lembi del rettangolo.
Abbiate cura di sigillare bene tutte le chiusure.
Spennellate con uovo e infornate in teglia su carta forno, spolverata di semola, per circa 30 minuti a 200°.Dovranno essere così: dorate e non bruciate.

Buon appetitooo!

Emanuela La Valle

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Emanuela La Valle
Emanuela La Vallehttps://trestelleincucina.it/
Food Blogger Siciliana di www.trestelleincucina.it . La mia passione per la cucina esplode già da bambina e oggi, grazie ad internet, la condivido con voi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Il Teatro Politeama

Il teatro Politeama Garibaldi di Palermo, progettato dall'architetto Giuseppe Damiani Almejda è un armonioso e imponente edificio di stile pompeiano che si trova in...

Fattura, malocchio e jettatura nella Palermo di ieri… e di oggi

Avete mai notato nei lapini dei venditori ambulanti a Palermo frasi del tipo “La tua invidia è la mia fortuna”? Oppure perché si dice...

I tesori della Cattedrale di Palermo

La cattedrale di Palermo custodisce all'interno della cripta uno dei più importanti tesori ecclesiastici della Sicilia. Esso comprende una raccolta di opere d'arte del...

Via Pignatelli Aragona

La via Pignatelli Aragona va dalla piazza Giuseppe Verdi alla piazza San Francesco di Paola. La strada fu fatta costruire nel 1601 dal pretore Giovanni...

Vicolo Conte Cagliostro

Il vicolo Cagliostro va dalla via Benfratelli alla piazzetta Ballarò. La tradizione vuole che in questo vicolo, un tempo conosciuto come via della Perciata, sia...

Via Bara all’Olivella

La via Bara all’Olivella va da via Lampedusa a via Maqueda. Prende il nome dalla “vara” di San Francesco di Paola, la cui statua, appartenente...