Paccheri con ragù di triglie, con croccante di zucchina e finocchetto selvatico

Autore:

Categoria:

15,943FansLike
478FollowersSegui
580FollowersSegui

Paccheri trigliaINGREDIENTI PER 4 PERSONE
360 gr di paccheri
3 triglie di media dimensione
200 gr di ceci già cotti
2 zucchine genovesi
8 – 10 pomodorini datterini
1 cipollotto
olio extra vergine di oliva
sale q.b
pepe nero q.b
vino bianco q.b
finocchietto selvatico

PROCEDIMENTO
Squamare , sfilettare e privare delle lische le triglie. Tagliare a julienne le zucchine genovesi ed aggiungere un pizzico di sale. Nel frattempo tritare il cipollotto e metterlo a rosolare nell’olio extra vergine (va bene una tazzina da caffè colma di olio). Aggiungere i filetti di triglia, scottarli appena e sfumarli con del vino bianco, e farlo evaporare, aggiungere 3- 4 mestoli di acqua di cottura della pasta e inoltre i pomodorini tagliati precedentemente a spicchi.
A parte .. frullare i ceci cotti , con dell’olio inserito a filo, finché non diventino una vellutata. In un pentolino ..friggere con dell’olio di arachidi le zucchine , fino a farle diventare croccantis (erviranno per essere adagiate a montagnetta sopra i paccheri). Scolare la pasta al dente e far finire di cuocere nel condimento precedentemente preparato, fin quando essa cominci ad essere risottata ( fino a formare una cremina).

MONTATURA DEL PIATTO
Prendere un piatto da portata, fare una striscia di vellelutata di ceci (larga 3-4 cm) e cominciare ad adagiare i pacchetti sopra questa, ultimare con la salsa alle triglie, finocchietto selvatico, per poi finire adagiando la montagnetta di croccante di zucchina.

Buon appetito!

Piatto offerto
dal Cuoco
Salvatore Lipari

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Il giardino della Cuncuma a Palermo

Forse oggi è una rarità poter ascoltare la parola Cuncuma in un discorso comune tra le nuove generazioni, giocoforza la lentissima ma inesorabile scomparsa...

[Palermo] ACQUA. Lavori Amap ed Enel. Disservizi in città e nella zona nord-ovest della provincia

A causa di alcuni lavori concomitanti di Amap ed Enel sull'adduttore Jato e alla condotta proveniente dall'invaso di Piana degli Albanesi, nella gioranta di...

Carusi, addevi e picciriddi: i bambini in Sicilia

Sono molti i modi in cui chiamiamo i bambini in Sicilia. Dipende dalle diverse province dell’isola dove il termine bambino cambia, pur mantenendo lo...

La Sala delle Donne

A Palermo in passato non erano molti i luoghi pubblici dedicati solo alle donne. Eppure pochi sanno che ve ne era uno in particolare...

Jack Churchill: L’ufficiale che sbarcò in Sicilia con arco e spada

Che qualcuno sia sbarcato in Sicilia armato di spada, arco lungo e frecce, non è certo una novità nella storia millenaria della nostra isola....

Le Sorgenti del Gabriele

Ad est dell’aeroporto di Boccadifalco, ai piedi della “conigliera”così conosciuta dai palermitani, sotto la via Umberto Maddalena,  sorgono le Sorgenti del Gabriele dall’arabo Garbel...