Via Giovanni Evangelista Di Blasi

Autore:

Categoria:

13,528FansLike
478FollowersSegui
576FollowersSegui

Samuele Schirò firma 2

La via G. E. Di Blasi va da piazza Noce alle vie Roccazzo, Castellana e Casalini.

Il Di Blasi fu uno storico, studioso di teologia, epigrafia e storia ecclesiastica, nato a Palermo nel 1720 e morto nel 1812. Insieme al fratello Salvatore, fu introdotto sin da piccolo alla vita ecclesiastica ed entrò a far parte dell’ordine dei Benedettini. Studiò a lungo in giro per l’Italia, a Firenze, Roma, Napoli e Perugia, dove pubblicò le sue prime “Tesi Filosofiche”. Ritornato in Sicilia fu destinato al convento di San Martino delle Scale, di cui divenne presto abate. In breve tempo si fece conoscere anche a Palermo, dove l’arcivescovo Filangeri lo nominò “Lettore” di teologia del seminario e il re Ferdinando III, nel 1777, gli diede il titolo di Regio Storiografo. Grazie a questo titolo iniziò a scrivere una lunga serie di opere che raccontano gli episodi storici legati al regno dei Borbone, comprese le successioni dei viceré e dei presidenti del Regno.
Fu zio di uno dei più grandi oppositori del governo borbonico, il giurista e patriota Francesco Paolo Di Blasi.
Si impegnò in prima persona e con tenacia per la difesa dell’abate Giuseppe Vella, accusato (giustamente) di aver falsificato dei presunti documenti di epoca araba, nella questione passata alla storia come “L’arabica impostura”.

[mappress mapid=”380″]

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Samuele Schirò
Direttore responsabile, redattore e fotografo di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

La storia della manna in Sicilia

La storia della manna in Sicilia ha radici molto antiche, risalgono probabilmente agli arabi che importarono nella "terra del sole" i frassini da manna,...

Villa Trabia

Com'è abbastanza noto, sin dal XVII secolo presso l'aristocrazia siciliana, che possedeva già sontuosi palazzi a Palermo, si era affermata la consuetudine di costruire...

Bonus cultura: una guida per aiutare i diciottenni a capire come utilizzarlo

Come usare il bonus Cultura 18app? È un'iniziativa del Ministero per i giovani ed è dedicata a promuovere la cultura! Se sei nato nel 2002 e...

Chiesa del Carmine: dentro il cuore di Ballarò

Quante volte, da ragazzo, sono passato davanti al portone della chiesa del Carmine senza accorgermi della sua esistenza? Gli anni della prima adolescenza, quando...

L’urna con le ossa di Santa Rosalia

Fra qualche giorno ricorrerà il 397° festino della nostra amatissima patrona Santa Rosalia, ma anche quest’anno ci toccherà rinunciare alla sfilata del carro trionfale...

Rosalia Sinibaldi “la Santuzza”, Signora di Palermo

Rosalia Sinibaldi non è soltanto un’immagine ritratta in uno dei quadri presenti all’interno della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis, né una rappresentazione lapidea che...