Zucchine ripiene ai funghi

Le zucchine sono uno di quei piatti della cucina povera contadina, genuine, prive di grassi e molto versatili, crude o cotte in vari modi, un cibo davvero da non sottovalutare

Autore:

Categoria:

Le zucchine fanno parte di quei piatti provenienti dalla tradizione contadina, e quindi di uso comune nelle nostre famiglie. Sono un alimento molto povero di calorie e quindi molto amato da chi vuole stare in linea
Io vi descrivo una ricetta con un ripieno ai funghi, ma è ovvio che potete metterci dentro tutto ciò che la vostra fantasia vuole esprimere e il vostro palato vuol gustare.

Ingredienti:

4 zucchinette verdi
1 cipolla
4 funghi
50 g di salamino piccante
olio extra vergine d’oliva
sale, pepe
pangrattato
1 uovo

 

Per preparare le zucchine ripiene, iniziate lavando le zucchine, togliete le estremità e tagliatele a metà per lungo. Sbucciate e tritate la cipolla finemente, e fatele soffriggere in due cucchiai di olio  insieme alla polpa delle zucchine che avrete tolto delicatamente scavando con un cucchiaino, lasciate cuocere il tutto per qualche minuto, a questo punto aggiungete i funghi precedentemente spellati e tagliuzzati, aggiustare di sale e pepe e continuare la cottura per qualche altro minuto.

A fuoco spento aggiungete un uovo, il salamino spezzettato, mescolate e riempite con il composto le zucchine, dopo che avrete aggiunto un pizzico di sale. Disponete le zucchine ripiene in una teglia oliata.
Per ultima cosa cospargete di pangrattato, condite con un filino d’ olio  e cuocetele nel forno per circa 20 minuti, affinché avranno una bella crosticina dorata. Quando le toglierete dal forno, lasciatele riposare le zucchine ripiene per 5 minuti prima di servirle.
Potete servirle accompagnate da patate.

Buon Appetito!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

10,938FansLike
478FollowersSegui
553FollowersSegui
Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

I tetti della Cattedrale di Palermo

Da una porta, all'interno della Cattedrale di Palermo, si accede ad una scala  un po' scialba, come di una vecchia casa, che ti immette...

Quando nacquero i primi giornali a Palermo?

Il primo numero del Giornale di Sicilia fu pubblicato il 7 giugno 1860 con la testata “Giornale Officiale di Sicilia” sotto la direzione di...

Il Santo Nero patrono di Palermo

Benedetto da San Fratello, noto soprattutto come San Benedetto il Moro, è uno dei patroni della città di Palermo. Ecco la sua storia straordinaria. Percorrendo...

Monte Pellegrino

Ho voluto iniziare la descrizione del monte Pellegrino con queste belle parole tratte dal libro "Viaggio in Sicilia" di Bernard Berenson del 1957, perché...

La scuola di una volta

Chiariamo subito che non si tratta degli anni 30 o 40, quando ancora si usavano penna e calamaio, anche se i banchi della scuola...

Il prezioso archivio dell’Architetto Salvatore Cardella

È in fase di riordino un prezioso fondo privato di notevole valore storico artistico: l’archivio del Prof. Arch. Salvatore Cardella (Caltanissetta 24/06/1896 – Palermo...