Il Genio di Palermo

Autore:

Categoria:

genio del Garraffo2Il Genio di Palermo è una delle più antiche e complesse figure mitologiche della tradizione cittadina ed espressione di una spiritualità popolare antica, probabilmente risalente all’epoca pre-romana. 
Il Genio  (dal greco
 ghenos= nascita e dal latino genius=generatore di vita) era un essere immanente atto a proteggere il luogo, naturale o meno, in cui l’uomo e la sua famiglia dimoravano o si trovavano a vivere: è il Genius loc
i per l’appunto.
Il Genio è nume ed emblema della Città di Palermo nonchè  complementare di Santa Rosalia, eletta dal 1624  sua patrona. E’ sempre raffigurato come un vecchio seduto in trono ed incoronato, con la barba divisa in due ciocche ed è accompagnato da un serpente nell’atto di morderlo o di succhiargli il petto e alle volte sormontato da un’aquila o con ai piedi un cane o, ancora, con in mano lo scettro.
Nella statua posta all’interno del Palazzo Pretorio
 (Palermu u nicu)  ai suoi piedi si legge la scritta: Panormus conca aurea suos devorat alienus nutrit»  (Palermo conca d’oro divora i suoi e nutre gli stranieri), espressione che identifica con la conca  la pianura in cui sorge Palermo (la Conca d’Oro) mentre il  motto  lascia supporre una eventuale discendenza del Genio da Kronos o Saturno,  divinità del tempo e dell’agricoltura, divoratore dei propri figli e simbolo di pienezza e abbondanza.

La simbologia del serpente può assumere altri significati;  essendo  associato alla terra e all’acqua, alla fertilità, alla rinascita e al rinnovamento ma anche  a simbolo di prudenza e  di conoscenza per la sua natura oscura e nascosta. Il  serpente nutrito dal Genio è indicativo di rinnovamento e di trasformazioni,  anche  grazie alle relazioni con gli stranieri  che nel corso della storia della città furono talvolta conquistatori e talvolta ospiti, produssero commercio, traffici, scambi, rimescolamenti di etnie e matrice di mutamenti culturali.

Le testimonianze del Genio di Palermo disseminate tra le strade e gli anfratti della città sono numerose;  tre le più conosciute vi sono 10 rappresentazioni monumentali, di cui sette sono sculture (con due  fontane),  due sono affreschi (opere di Vito D’Anna)  e un’altra è un mosaico posto dentro la Cappella Palatina.

                                                                                                                                                                                                                                         Grazia Bellardita

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

10,325FansLike
478FollowersSegui
535FollowersSegui
Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Insalata di mare

L'insalata di mare è un antipasto a base di pesce, ricco e gustoso che troverete in tutti i ristoranti e trattorie della Sicilia. Ideale...

La stagione balneare in Sicilia apre i battenti

La stagione balneare in Sicilia aprirà i battenti sabato 6 giugno, via libera per quanto concerne l’apertura di lidi, stabilimenti balneari e spiagge A Palermo,...

In Sicilia riaprono musei e siti archeologici: ingressi gratis per una settimana

Da sabato i musei regionali, i Parchi archeologici e gli altri siti siciliani della cultura riaprono al pubblico, dopo la chiusura forzata di questi ...

Chiesa di Sant’Agata alla Guilla

La Storia Nel cuore della vecchia città, nascosta tra gli edifici fitti e modesti del popoloso quartiere del Capo, tra palazzi antichi e decaduti, in...

La regina Ghanese di Palermo

Come sappiamo, Palermo è una città florida di culture ed usanze provenienti dai numerosi popoli che l’hanno abitata nel corso dei millenni e anche...

Bonus biciclette 2020: come richiederlo

Un contributo fino a 500 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, e di veicoli per la micromobilità elettrica quali monopattini, hoverboard...