Il Brezi: ricchezza d’arte e tradizione.

Autore:

Categoria:

Il Brezi, è il principale ornamento del costume tradizionale di Piana degli Albanesi che è, a sua volta, un vero e proprio trionfo di ricami in oro zecchino, sete vermiglie, verdi e cerulei, e consiste in una cintura in argento formata da placche congiunte al centro da una borchia intagliata a mano e che raffigura soggetti religiosi, tradizionalmente si tratta di santi protettori di Piana in questo caso San Giorgio, ma ci sono anche Brezi raffiguranti San Demetrio, la Vergine Odigitria, San Vito, l’Immacolata Concezione, San Nicola.

Fondamentale l’etimologia della Parola: brez nella lingua albanese significa “generazione”, “stirpe”, “discendenza”, “progenie”, il Brezi, infatti viene indossato dalle donne di cultura albanese a simbolo della maternità.
Chi lo cinge si augura possa avere, per intercessione del Santo, a cui la coppia di sposi devotamente si affida, una buona prole.
Il Brezi veniva donato, durante il fidanzamento, in uno scambio tradizionale di doni, qualche giorno prima delle nozze in occasione dell’esposizione della dote, tanto usata una volta, o di solenni festività, alla futura sposa per augurarne, appunto, la fecondità.
Ancora oggi le spose albanesi usano indossare questo meraviglioso abito tramandato da madre in figlia e gelosamente custodito e cinte da questo bellissimo gioiello, ornate da collana e orecchini sapientemente lavorate da artigiani orafi di grande rilievo.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

10,938FansLike
478FollowersSegui
553FollowersSegui
Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

I tetti della Cattedrale di Palermo

Da una porta, all'interno della Cattedrale di Palermo, si accede ad una scala  un po' scialba, come di una vecchia casa, che ti immette...

Quando nacquero i primi giornali a Palermo?

Il primo numero del Giornale di Sicilia fu pubblicato il 7 giugno 1860 con la testata “Giornale Officiale di Sicilia” sotto la direzione di...

Il Santo Nero patrono di Palermo

Benedetto da San Fratello, noto soprattutto come San Benedetto il Moro, è uno dei patroni della città di Palermo. Ecco la sua storia straordinaria. Percorrendo...

Monte Pellegrino

Ho voluto iniziare la descrizione del monte Pellegrino con queste belle parole tratte dal libro "Viaggio in Sicilia" di Bernard Berenson del 1957, perché...

La scuola di una volta

Chiariamo subito che non si tratta degli anni 30 o 40, quando ancora si usavano penna e calamaio, anche se i banchi della scuola...

Il prezioso archivio dell’Architetto Salvatore Cardella

È in fase di riordino un prezioso fondo privato di notevole valore storico artistico: l’archivio del Prof. Arch. Salvatore Cardella (Caltanissetta 24/06/1896 – Palermo...