Samu miniatura_1

La via da Procida (un tempo conosciuta come “via degli Agonizzanti” da una omonima chiesa oggi non più esistente) va dalla via Roma alle vie Livorno, Calderai, S. Cristoforo e Lampionelli.

Da Procida fu un personaggio storico, nato a Salerno nel 1210, la cui figura è ancora avvolta nel mistero. La tradizione lo vuole ispiratore e regista occulto della rivolta del vespro che ha liberato la Sicilia dagli angioini, sancendo così l’indipendenza siciliana. Tuttavia questa tradizione non trova d’accordo alcuni storici come Michele Amari, che lo considera invece come un personaggio politico di secondo piano. Quello che si sa di lui è che fu un fedelissimo della casa degli Hohenstaufen, medico personale di Federico II e cancelliere del Regno sotto Manfredi. Con l’avvento degli Angiò tutti i suoi beni furono confiscati e Giovanni da Procida iniziò un lungo viaggio per l’Europa che gli fece guadagnare il favore di molti sovrani, tra cui anche l’imperatore di Costantinopoli Michele VIII Paleologo. Dal 1274 visse presso la corte degli aragonesi, dove il re Pietro lo nominò cancelliere del Regno d’Aragona e, dopo lo sbarco in Sicilia, gran cancelliere del Regno di Sicilia.

Morì a Roma verso la fine del XIII secolo.

[mappress mapid=”207″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.