La stagione balneare in Sicilia apre i battenti

La stagione balneare in Sicilia aprirà i battenti sabato 6 giugno, via libera per quanto concerne l’apertura di lidi, stabilimenti balneari e spiagge

A Palermo, il lungomare di Mondello sarà decisamente diverso dal solito, non saranno istallate le storiche cabine in legno, simbolo di Mondello.

Dalla data del 6 giugno – spiegano dalla Italo-Belga, la Società che da tanto tempo si occupa della stagione balneare di Mondello – procederemo progressivamente con l’erogazione dei servizi balneari aprendo alla fruizione i Lidi che ormai tutti conosciamo con i nomi di Valdesi, Sirenetta, Stabilimento. A seguire, sempre con progressività, renderemo fruibili con i servizi tutti i rimanenti lidi e spazi a disposizione”.

L’apertura avverrà con regole nuove alla luce dell’emergenza sanitaria: “Monteremo le postazioni su spazi disponibili e nelle aree comuni, quali spogliatoi, servizi igienici e docce, sarà garantita una regolare pulizia e disinfezione, in ogni caso assicurata alla chiusura degli impianti. Anche i lettini e le attrezzature in uso saranno sanificati a fine giornata”.

All’ingresso potrà essere misurata la temperatura corporea e saranno privilegiate le prenotazioni online. Verrà tenuto l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni (come prevede la normativa).

Per i Lidi e gli stabilimenti balneari

Tra lettini e sedie a sdraio dovrà essere rispettata la distanza di almeno 1,5 metri, che dovranno essere sanificati e igienizzati ad ogni cambio persona o nucleo familiare.
Gli ombrelloni dovranno essere distanziati tra l’uno e l’altro di almeno 3,5 metri.

Divieto di assembramenti, e obbligo dell’uso della mascherina qualora non si possano rispettare le distanze sociali e all’ interno dei bar, dei ristoranti e negozi all’interno del lido o stabilimento. Attenersi alle regole del luogo

Per le spiagge libere

No agli assembramenti sulla battigia, secondo il nuovo decreto, si suggerisce la presenza di almeno un addetto alla sorveglianza, al fine di assicurare il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro tra le persone, nonché per gli interventi di pulizia e disinfezione che si renderanno necessari.

Gli ombrelloni dovranno avere un distanziamento tra l’uno e l’altro di almeno 3,5 metri.

Le distanze interpersonali possono essere derogate per i soli membri del medesimo nucleo familiare

Vietate le attività sportive di gruppo, mentre è possibile praticare  surf o kitesurf, snorkeling, canoa, racchettoni, tamburelli e beach tennis

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here