Corradino di Svevia
Bertel Thorvaldsen – Corradino di Svevia. Napoli

Via Corradino di Svevia è una traversa della via Eugenio l’Emiro.

È dedicata all’ultimo discendente della casa di Svevia, in quanto figlio dell’imperatore Corrado IV e nipote di Federico II. Dopo la morte di Manfredi, suo zio, Corradino divenne il legittimo erede al trono del Regno di Sicilia, che tuttavia versava in un periodo di conflitti ed era fortemente conteso dagli Angiò. Arrivato in Italia nel 1268 per far rivalere i propri diritti, Corradino fu affrontato in battaglia da Carlo d’Angiò, che lo sconfisse a Tagliacozzo il 23 agosto. Successivamente, a causa del tradimento di Giovanni Frangipane, Corradino fu catturato e condannato a morte da Carlo d’Angiò, che di fatto prese così il possesso della Sicilia (che lo odiò profondamente che scacciò tutti i francesi qualche anno dopo con i Vespri Siciliani).

La sentenza di morte di Corradino fu eseguita per decapitazione il 29 settembre 1268 a Napoli, nella piazza del mercato. Aveva soltanto 16 anni.

[mappress mapid=”145″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.