Via Costantino Làscaris

Autore:

Categoria:

Samu miniatura_1

Dal corso Alberto Amedeo alle vie Albimonte, Contessa Giuditta e Contessa Adelasia.

Làscaris fu un umanista, nato a Costantinopoli nel 1434 e morto a Messina nel 1501.

Nato da un’illustre famiglia bizantina, ebbe per antenati tre imperatori di Nicea (Teodoro I, Teodoro II e Giovanni IV) e fu allievo del grande Giovanni Argiropulo. Nel 1453, dopo la conquista di Costantinopoli ad opera dei Turchi di Maometto II, fu costretto all’esilio. Dopo aver vagato sette anni, nel 1460 giunse a Milano, dove si stabilì presso la corte di Francesco Sforza. Successivamente visse anche a Ferrara, Napoli, Roma e Messina, in cui riuscì ad ottenere la cittadinanza nel 1481 ed in cui visse per più di 35 anni. Qui Làscaris insegnò greco presso la scuola fondata da Alfonso il Magnanimo, nella quale ebbe allievi illustri quali Pietro Bembo e Cristoforo Scobar.

Scrisse le vite e gli elogi di molte personalità storiche siciliane, tra cui filosofi e dotti. Compose anche una grammatica greca, il primo in Europa ad essere stampato in caratteri greci, che per lungo tempo fu un punto di riferimento per gli studiosi di tutta la penisola italiana. Tra gli scritti che lasciò alla città di Messina vi furono delle copie che egli fece di molti testi classici, nonché una vasta raccolta di ben 76 libri che, nel 1712, furono incorporati nella Biblioteca Nazionale di Madrid.

[mappress mapid=”53″]

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

10,938FansLike
478FollowersSegui
552FollowersSegui
Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile, redattore e fotografo di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

I tetti della Cattedrale di Palermo

Da una porta, all'interno della Cattedrale di Palermo, si accede ad una scala  un po' scialba, come di una vecchia casa, che ti immette...

Quando nacquero i primi giornali a Palermo?

Il primo numero del Giornale di Sicilia fu pubblicato il 7 giugno 1860 con la testata “Giornale Officiale di Sicilia” sotto la direzione di...

Il Santo Nero patrono di Palermo

Benedetto da San Fratello, noto soprattutto come San Benedetto il Moro, è uno dei patroni della città di Palermo. Ecco la sua storia straordinaria. Percorrendo...

Monte Pellegrino

Ho voluto iniziare la descrizione del monte Pellegrino con queste belle parole tratte dal libro "Viaggio in Sicilia" di Bernard Berenson del 1957, perché...

La scuola di una volta

Chiariamo subito che non si tratta degli anni 30 o 40, quando ancora si usavano penna e calamaio, anche se i banchi della scuola...

Il prezioso archivio dell’Architetto Salvatore Cardella

È in fase di riordino un prezioso fondo privato di notevole valore storico artistico: l’archivio del Prof. Arch. Salvatore Cardella (Caltanissetta 24/06/1896 – Palermo...