Via Bara all’Olivella

    La via Bara all’Olivella va da via Lampedusa a via Maqueda.

    Prende il nome dalla “vara” di San Francesco di Paola, la cui statua, appartenente alla vicina chiesa dell’Olivella, veniva venerata custodita in questa piccola strada. Questa “vara” era costituita in genere da una sorta di barella di legno decorata, e addobbata, sulla quale veniva situata la statua del Santo, che veniva portata a spalla dai devoti in processione per le vie cittadine.
    Un tempo, in questa stradina affacciava un grosso Palazzo appartenuto ai conti di Raccuja, nel quale fu istituita una succursale del del Monte di Pietà: Monte santa Rosalia. Il palazzo venne distrutto nel 1848 durante i bombardamenti dei Borboni.

    Oggi, grazie alla centralità e alla vicinanza ad attrazioni turistiche come il Teatro Massimo, la via Bara all’Olivella è divenuta una delle stradine più caratteristiche della città, con le sue numerose botteghe, i negozietti di souvenir artigianali ed i suoi ristorantini frequentati da turisti e non solo.
    Tra le varie botteghe in questa via si trova anche il teatro dei pupi e l’annessa bottega della famiglia Cuticchio, i pupari più famosi della città.

                                                                                     

    Samuele Schirò
    Direttore responsabile e redattore di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here