Via Bara all’Olivella

Autore:

Categoria:

15,943FansLike
478FollowersSegui
579FollowersSegui

via bara
foto di Gandolfo Cannatella

La via Bara all’Olivella va da via Lampedusa a via Maqueda.

Prende il nome dalla “vara” di San Francesco di Paola, la cui statua, appartenente alla vicina chiesa dell’Olivella, veniva venerata custodita in questa piccola strada. Questa “vara” era costituita in genere da una sorta di barella di legno decorata, e addobbata, sulla quale veniva situata la statua del Santo, che veniva portata a spalla dai devoti in processione per le vie cittadine.
Un tempo, in questa stradina affacciava un grosso Palazzo appartenuto ai conti di Raccuja, nel quale fu istituita una succursale del del Monte di Pietà: Monte santa Rosalia. Il palazzo venne distrutto nel 1848 durante i bombardamenti dei Borboni.

Oggi, grazie alla centralità e alla vicinanza ad attrazioni turistiche come il Teatro Massimo, la via Bara all’Olivella è divenuta una delle stradine più caratteristiche della città, con le sue numerose botteghe, i negozietti di souvenir artigianali ed i suoi ristorantini frequentati da turisti e non solo.
Tra le varie botteghe in questa via si trova anche il teatro dei pupi e l’annessa bottega della famiglia Cuticchio, i pupari più famosi della città.

 

                                                                                 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile, redattore e fotografo di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Il giardino della Cuncuma a Palermo

Forse oggi è una rarità poter ascoltare la parola Cuncuma in un discorso comune tra le nuove generazioni, giocoforza la lentissima ma inesorabile scomparsa...

[Palermo] ACQUA. Lavori Amap ed Enel. Disservizi in città e nella zona nord-ovest della provincia

A causa di alcuni lavori concomitanti di Amap ed Enel sull'adduttore Jato e alla condotta proveniente dall'invaso di Piana degli Albanesi, nella gioranta di...

Carusi, addevi e picciriddi: i bambini in Sicilia

Sono molti i modi in cui chiamiamo i bambini in Sicilia. Dipende dalle diverse province dell’isola dove il termine bambino cambia, pur mantenendo lo...

La Sala delle Donne

A Palermo in passato non erano molti i luoghi pubblici dedicati solo alle donne. Eppure pochi sanno che ve ne era uno in particolare...

Jack Churchill: L’ufficiale che sbarcò in Sicilia con arco e spada

Che qualcuno sia sbarcato in Sicilia armato di spada, arco lungo e frecce, non è certo una novità nella storia millenaria della nostra isola....

Le Sorgenti del Gabriele

Ad est dell’aeroporto di Boccadifalco, ai piedi della “conigliera”così conosciuta dai palermitani, sotto la via Umberto Maddalena,  sorgono le Sorgenti del Gabriele dall’arabo Garbel...