Via Stefano de Perche

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
596FollowersSegui

Samu miniatura_1

 

La via Stefano de Perche va dalla via Re Tancredi ad oltre la via Regina Bianca.

È intitolata a Stefano de Rouen, dei conti di Perche (la cui pronuncia corretta è persh), un vasto feudo francese. Fu cancelliere ed arcivescovo di Palermo, cugino della regina Margherita di Navarra, moglie di Guglielmo I e madre di Guglielmo II.
Stefano de Perche venne a Palermo nel 1166, dietro invito della regina che in quel periodo si trovava nel ruolo di reggente, dato che il legittimo re, Guglielmo II, ai tempi aveva solo tredici anni. In breve tempo fu eletto gran Cancelliere e l’anno successivo ottenne la carica di arcivescovo.

La sua condotta, volta a perseguire l’efficienza e la giustizia, gli causarono non poche inimicizie nella nobiltà siciliana dell’epoca, tra cui l’influente Riccardo Palmer, vescovo di Siracusa, che vistosi sfuggire l’arcivescovato di Palermo, non perse occasione per opporsi al rivale, arrivando anche ad insinuare che tra lui e la regina ci fosse del tenero.
Tali voci non caddero nel nulla e Stefano fu costretto a fuggire insieme alla regina, rifugiandosi a Messina nel 1167, anche qui però non trovò pace. Una rivolta scoppiò tra i popolo e la Cattedrale peloritana venne presa d’assedio, costringendolo a rinunciare alle sue cariche in cambio della vita.
Lasciata la Sicilia andò a vivere a Gerusalemme, dove morì nel 1170.

[mappress mapid=”352″]

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile e redattore di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

La meridiana nella Cattedrale di Palermo

Avete mai notato nel pavimento della cattedrale di Palermo quella barra metallica incastonata nel pavimento, obliquamente, davanti al presbiterio? Si tratta di una meridiana...

Pasta con le Sarde a Mare

La Pasta con le Sarde a Mare è un primo piatto della tradizione siciliana, un piatto povero, contadino, che somiglia per aspetto  alla famosa "Pasta...

Via Filippo Paruta

La via Paruta va dal corso Calatafimi alle vie Palmerino, Ponticello Oneto e Maio Oneto. Il nome della via è dedicato al poeta, erudito e...

Discesa dei Maccheronai

La discesa dei Maccheronai, oggi via, va da piazza San Domenico a piazza Caracciolo, alla Vucciria. I maccheronai erano gli artigiani che preparavano la pasta,...

Taralli siciliani

I Taralli sono dolci tradizionali siciliani ricoperti di glassa di zucchero al limone, morbidi, profumati e aromatizzati all’anice. In Sicilia li troviamo in tutti i panifici e...

Via Due Vanelle

La via Due Vanelle va dalla via Palmerino alla via Filippo Paruta. Anticamente questa via era una strada tortuosa e stretta che iniziava dal corso...