Piazza Garraffello

Samuele Schirò firma 2

La piazza Garraffello si trova tra le vie Garraffello, della Loggia, Argenteria, Materassai e Cassari.

Garraffello è il diminuitivo di Garaffo, che in arabo significa “abbondante d’acqua”. Era anticamente chiamata piazza della Loggia o Loggia dei mercanti, per la presenza dei mercanti genovesi e catalani.

Dal 1553 vi ebbe sede il primo Banco pubblico, chiamato volgarmente “tavola”, che nel XVI secolo fu inglobato nel palazzo Gravina di Ramacca.
Nel 1591, il pretore Andrea Salazar vi fece installare la fontana, abbellita da iscrizioni del poeta Antonio Veneziano, che era alimentata dalle acque purissime che sgorgavano nella vicina piazza Caracciolo. Tuttavia l’attuale posizione della fontana risale al 1754, prima infatti era addossata alla Loggia dei genovesi.
Molti palazzi nobiliari si trovavano su questa piazza, molti dei quali ora in grande degrado, tra cui il già citata palazzo Gravina, quello dei baroni di Genova, il palazzo Mazzarino e l’antico palazzo Zoppetta, passato poi ai duchi di Sperlinga ed infine ai duchi della Grazia.

Adesso piazza Garraffello è al centro della vita notturna Palermitana. In questa piazza, ogni sera centinaia giovani ballano a suon di musica ed è un importante punto di passaggio per chi si muove dalla Vucciria verso la via dei Chiavettieri.

Ottieni i Percorsi

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.