Via Vincenzo Errante

Samuele Schirò firma 2

La via Vincenzo Errante va da via Oreto alla via del Vespro.

Vincenzo Errante,  barone di Vanella, fu un giureconsulto e patriota palermitano, nato nel 1813 e morto a Roma nel 1891. Partecipò attivamente alla rivoluzione del 1848 e ricoprì la carica di ministro di Grazia e Giustizia nel Governo provvisorio presieduto dal Torrearsa. Successivamente occupò il dicastero della pubblica istruzione nel ministero dello Stabile. Con il ritorno dei borboni Erranta si rifugiò in esilio prima a Malta, poi a Genova, dove fu insegnante di letteratura italiana nel Collegio della Marina ed infine a Torino. Tornò a Palermo nel 1860 perché nominato da Garibaldi segretario di Stato per la Giustizia ed il Culto. Nel 1868 entrò nel consiglio di stato, ricoprendo la carica di Presidente della Sezione e successivamente venne nominato senatore del Regno.

Vincenzo Errante fu anche scrittore di poesie, novelle, carmi e tragedie (Solimano il grande, Masaniello, Giovanna Grey), nonché uno scritto politico-sociale intitolato Washington, in cui paragonava le condizioni della società europea nei confronti di quella americana.

La sua tomba si trova nella chiesa di S. Domenico, insieme ad un busto che lo raffigura scolpito da Pasquale Civiletti nel 1897.

Ottieni i Percorsi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.