Via Addaura

1014

Samuele Schirò firma 2

La via Addaura va dalla via Enrico il Navigatore alla via Fernando Cortes.

La denominazione di questa via si riferisce, in realtà, ad un’ampia zona e ad un lungo tratto di spiaggia compreso tra la punta Valdesi, presso Mondello, e la punta Priola, confinante con la spiaggia dei Rotoli.
Il riferimento al nome Addaura si riscontra già in alcuni documenti del 1200, che indica la zona detta “Daura” come un parco di caccia del re. L’origine di tale nome, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non è in alcun modo legato all’albero dell’Alloro, che in siciliano si chiama appunto “addauru”, ma è più facilmente identificabile con il termine arabo “dawra”, che significa giro, infatti la zona dell’Addaura si sviluppa intorno al Monte Pellegrino, aggirandolo. Un’altra ipotesi, linguisticamente meno probabile ma storicamente validissima, vorrebbe il nome Addaura provenire dalla parola greca “laura”, utilizzata per indicare le colonie di monaci eremiti che nel periodi del monachesimo si rifugiavano sul Monte Pellegrino, occupando anche le grotte presenti proprio sopra l’Addaura.

Foto: Panoramio.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here