Via Dante

Samuele Schirò firma 2

La via Dante Alighieri va da piazza Castelnuovo a via Serradifalco.

Il nome della via si riferisce ovviamente al Sommo Poeta, autore della Divina Commedia e precursore della lingua italiana. Tuttavia la strada, che oggi è centralissima e punto di collegamento tra molti quartieri, ha una storia un po’ più lunga, iniziata quando era soltanto una strada di campagna.

L’intera zona di via Dante era anticamente un luogo di passaggio per coloro i quali si muovevano da e verso la città. Dalle informazioni giunte fino a noi sappiamo che il passaggio da queste contrade era reso molto pericoloso, fino all’800, dalla forte presenza di predoni e banditi che approfittavano della “generosità” dei passanti. Successivamente la via, entrata a far parte dei confini cittadini, venne rivalorizzata in occasione dell’Esposizione Nazionale del 1891-92, che si teneva nei pressi di piazza Castelnuovo, lungo via Libertà. In tale frangente la via ebbe due nomi, dal Politeama a via Malaspina si chiamava via dell’Esposizione e via Lolli fino a via Serradifalco (sull’origine del nome Lolli vedere Stazione Lolli).

Il riferimento al Sommo Poeta risale soltanto al 1910, in occasione del 50° anniversario dell’Unità d’Italia, per la cui ricorrenza si decise di mutare il nome, ormai obsoleto.

Ottieni i Percorsi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.