Via Gregorio Ugdulena

La via Ugdulena va da via Libertà a viale Marchese di Villabianca.

È intitolata al patriota e letterato siciliano Gregorio Ugdulena, nato a Termini Imerese nel 1815 e morto a Roma nel 1872.
Fu sacerdote ed insegnante di ermeneutica e lingua ebraica nella facoltà di Teologia sin dal 1843. Allo scoppio della rivoluzione del ’48, partecipò attivamente al movimento di liberazione e fece parte del governo provvisorio come vicepresidente del comitato di giustizia, culto e sicurezza pubblica. Al ritorno dei Borboni fu catturato e detenuto a Favignana.
Dopo una lunga serie di brevi prigionie in giro per la Sicilia riuscì a tornare a Palermo nel 1856, dove si dedicò alla traduzione della Bibbia dall’ebraico, con grande disappunto delle alte cariche ecclesiastiche che ne avrebbero gradito la traduzione dalla versione latina, probabilmente perché già controllata dalla chiesa che temeva eventuali molteplicità di significati. Nel 1860 sostenne l’impresa di Garibaldi che gli affidò la carica di ministro della Pubblica Istruzione e del Culto, dati anche i suoi trascorsi da insegnante e la fondazione di numerosi istituti scolastici da parte sua. Nel ’67 ottenne una cattedra all’Università di Firenze, poi dal ’70 insegnò ebraico all’Università di Roma. Fu anche deputato al Parlamento italiano per più legislature, anche se i contrasti con la Chiesa lo costrinsero a svestire i panni di sacerdote.

Ottieni i Percorsi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.