Vicolo di S. Mercurio

    Il vicolo di S. Mercurio va dalla via Generale Luigi Cadorna alla via dei Benedettini.

    Deve il suo nome all’omonima chiesa, fabbricata dal Senato palermitano nel 1557, dove anticamente sorgeva un’antichissima chiesetta sotterranea, nota come “antro di S. Mercurio”. Nel 1572 la chiesa fu concessa ad una Compagnia di nobili, acquistando il titolo di Maria SS. della Consolazione, ancora oggi utilizzato.
    Fino a poco tempo fa l’accesso della chiesa era situato nel cortile di S. Giovanni degli Eremiti, dove si trova una scala di marmo grigio, costruita nel 1719, che scende fino alla chiesetta e che oggi non è più praticabile.
    Fa parte della chiesa la “Settima Congregazione di Gesù e Maria dei Sacri Cuori coronati di spine”, che sorse nel 1718 nella chiesa di S. Biagio ai Calderai (oggi non più esistente) e che successivamente si spostò nell’Oratorio dei Biscottari, di fronte al palazzo del conte Federico. Dopo i bombardamenti del 1943, che danneggiò notevolmente l’Oratorio, la congregazione venne nuovamente spostata nell’attuale sede di S. Mercurio.

    Nell’Oratorio di S. Mercurio si trovano le decorazioni in stucco di un giovane Giacomo Serpotta, il maestro siciliano degli stucchi.

    Articoli Correlati

    Via Porta di Castro

    Samuele Schirò
    Direttore responsabile e redattore di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.