Piazza Olivella

La piazza Olivella si trova tra le vie Monteleone, Giuseppe Patania, Giacalone, Orologio, Bara all’Olivella e Concettina Ramondetta Fileti.

Secondo la tradizione, in questa zona si trovava l’antica villa dei Sinibaldi, conti dei Marsi, da cui ebbe i natali S. Rosalia. Tale credenza, non suffragata da alcun documento storico, ha fatto sì che la contrada prendesse proprio il nome da questa antica villa, in latino “Olim villa”. Poi tale nome è stato corrotto dalla pronuncia popolare nell’attuale Olivella.
Sebbene non si abbiano notizie circa l’abitazione della Santa, è invece documentata l’esistenza di una chiesa, intitolata proprio a S. Rosalia. Questa fu concessa dall’Arcivescovo Ubaldino de Marinis alla Confraternita di S. Caterina all’Olivella, all’inizio del XV secolo. Nel 1594 la chiesa passò in mano alla Confraternita dell’Oratorio di S. Filippo Neri, che circa quattro anni dopo iniziò la costruzione di una nuova chiesa e di una Casa annessa. Ancora oggi la piazza Olivella è dominata dalla sontuosa chiesa di S. Ignazio, accanto alla quale si trova la Casa, oggi sede del museo regionale archeologico.
Nella stessa piazza si trova l’Oratorio per i Fratelli, costruito nel 1769 su progetto del grande architetto Venanzio Marvuglia, e l’Oratorio di S. Caterina d’Alessandria, sede dell’Ordine dei Cavalieri del S. Sepolcro.

Samuele Schirò
Direttore responsabile, redattore e fotografo di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here