Vicolo S. Ninfa

Samuele Schirò firma 2Il vicolo S. Ninfa va dal vicolo dello Zingaro al vicolo Carini.

La piccola strada prende il nome dal Palazzo Castrone – S. Ninfa, di cui abbiamo ampiamente trattato in un nostro precedente articolo.
Il palazzo, che ha il suo ingresso su via Vittorio Emanuele, fu costruito per volere di Cristoforo Castrone nel XVI secolo, che ne mantenne il possesso fino a quando, con i Giardina, marchesi di S. Ninfa, la dinastia si estinse. Da tantissimi anni le sale inferiori del palazzo sono state adibite a negozi d’antiquariato e di oggetti d’arte e nel cortile si può ancora ammirare la bella fontana cinquecentesca con una scultura in pietra di San Giorgio che uccide il drago.

Sul prospetto del palazzo si trova una lapide commemorativa in memoria del sacrificio dei fratelli Salvatore e Pasquale De Benedetti, che caddero eroicamente nel tentativo di difendere la barricata innalzata proprio nei pressi di questo palazzo contro le truppe borboniche, il 29 maggio 1860.

Ottieni i Percorsi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.