La via Benedetto De Lisi va da via Cavour a piazza Salvatore Spinuzza.

In questa via si trovava lo studio del famoso scultore palermitano Delisi, nato nel 1831 e morto nel 1875.
Iniziò la sua carriera come allievo di Valerio Villareale, uno dei grandi nomi della scultura palermitana, e tutt’ora è considerato l’unico vero e corretto rappresentante del neoclassicismo a Palermo.
Tra le sue opere, la maggior parte delle quali si trovano nella chiesa di S. Domenico e alla Galleria d’Arte Moderna, spiccano senza dubbio i monumenti a Ruggero Settimo, nell’omonima piazza, davanti al Politeama, e quello a Santa Rosalia, collocato su Monte Pellegrino. Altre sue opere interessanti sono l’Archimede giovinetto, a Villa Giulia e i busti di Pietro Bonanno e Antonio Starrabba di Rudinì, conservati nel Palazzo Pretorio.

Insieme a Mario Rutelli, Benedetto Civiletti e il suo maestro Villareale, Benedetto Delisi è considerato uno scultore d’eccellenza all’interno del panorama artistico e culturale di Palermo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here