Le Edicole votive

Palermo possiede un patrimonio culturale forse un po' trascurato anche da noi palermitani, costituito da un gran numero di edicole votive, dette in siciliano "Cappidduzzi" o "Marunnuzze" sparse un po' ovunque, in particolar modo...

Porta Sant’Agata

Alcuni autori hanno scritto che il nome della Porta "Sant'Agata", che sorge nell'omonima piazzetta, fra la via Cesare Battisti e il corso Tukory, risale all'anno 253, anno in cui proprio da questa porta sarebbe...

La riscoperta di Porta Mazzara

Nel 1885, a Palermo, iniziarono i lavori di demolizione della seicentesca porta Montalto (chiamata così dal nome del presidente del Regno in carica durante la costruzione, Don Luigi Moncada, principe di Paternò e duca...

Il Genio del Garraffo

Dopo petizioni ed appelli alle autorità competenti è stato finalmente completato il restauro del Genio del Garraffo, detto anche Palermo il Grande, situato nel cuore della Vucciria. La statua, realizzata nel 1483 da Pietro de...

La porta di S. Giorgio

Nella piazza S. Giorgio dei Genovesi, dove si trova l’odierna via Cavour, un tempo si trovava una delle porte più antiche della città, la porta di S. Giorgio, di cui si ha notizia già...

Un autentico tesoro di Palermo, la Cripta della chiesa dei Cocchieri

Questo autentico tesoro di Palermo sarà a disposizione dei turisti e visitatori dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, e la domenica mattina.

Porta Carini

Nella parte settentrionale dell'antica Palermo si aprivano tre porte: porta santa Rosalia, porta Maqueda e porta Carini. Le prime due furono abbattute per costruire la piazza Verdi. Solo la porta detta "Carini" venne rifatta...

CONOSCERE PALERMO

I nostri amici sponsor

ARTICOLI IN EVIDENZA