Cosa mangiare a Palermo, un viaggio nel gusto tra i sapori mediterranei

Con un po' di curiosità e un pizzico di avventura, il vostro viaggio a Palermo sarà un'esperienza indimenticabile anche per il palato

Autore:

Categoria:

Aiutaci a far crescere la pagina con un semplice clic sul pulsante...Grazie

22,478FansLike
1,083FollowersSegui
633FollowersSegui

Se ti stai chiedendo cosa mangiare a Palermo, perché intendi visitare la città, sappi che troverai una cultura gastronomica davvero ricca, frutto di dominazioni e influenze di vari popoli, arabi, normanni, francesi e spagnoli. Palermo offre una varietà di piatti unici e saporiti che conquistano il palato di ogni turista. La cucina palermitana è un tripudio di sapori, dove la freschezza degli ingredienti si sposa con la maestria di antiche ricette tramandate di generazione in generazione. Che siate amanti del cibo di strada o preferiate la comodità di un ristorante, Palermo offre un’ampia varietà di opzioni per soddisfare tutti.

Cosa mangiare a Palermo: Lo Street food

cosa mangiare a Palermo - Panelle
Panino con panelle tipico dello Street Food

Palermo è la regina dello street food. Dalle panelle e crocchè, alle arancine, dallo sfincione al pane con la milza, lo street food palermitano offre una varietà di pietanze davvero irresistibili. Veri pasti completi da gustare passeggiando, immergendosi nell’atmosfera vivace della città, davvero impossibile resistere allo street food palermitano.
Le panelle sono una pietanza tradizionale di Palermo, la cui storia sembra risalire ai tempi degli arabi, sono frittelle di farina di ceci, che nei ristoranti e pizzerie vengono servite come antipasto caldo, insieme ad altre prelibatezze, ma che tradizionalmente troviamo in tutte le friggitorie, e mangiate dentro a panini morbidi con sopra il sesamo, spesso insieme alle crocchè chiamate in siciliano anche “cazzilli”

Le crocchè o cazzilli, sono un’altra delle specialità gastronomica “da strada” della cucina palermitana. Sono crocchette di patate modellate con una tipica forma ovale e rigorosamente fritte, potete chiedere di gustarle sole, nel classico coppo (cono di carta) o in mezzo al panino.

Le arancine, sono una golosa specialità della cucina palermitana, e rappresentano una delle leccornie più conosciute della Sicilia. Sono delle palle di riso tipicamente ripiene di carne o salsiccia o al burro con prosciutto e mozzarella. Oggi di arancine se ne preparano per tutti i gusti, con spinaci, con funghi, con melanzane,  ai frutti di mare, al cioccolato, ma la regina di tutte le arancine rimane sempre la croccante e insostituibile arancina  al ragù di carne.

Lo sfincione è una focaccia soffice con pomodoro, cipolla e caciocavallo, un vero e proprio pasto completo da gustare passeggiando per le vie del centro, è buonissimo e se facciamo una capatina a Bagheria, cittadina a pochi chilometri da Palermo, possiamo trovare lo Sfincione Bagherese, senza pomodoro, ma con ricotta e formaggio fresco.

Il pane con la milza è forse il più famoso elemento dello street food di Palermo, di origini antiche, ai tempi della fiorente comunità ebraica che viveva sull’isola. Si tratta di un panino morbido con sesamo imbottito con milza e polmone di vitello bolliti e poi fritti nello strutto. Potete gustarlo semplice (Schettu) con succo di limone spremuto o con formaggio (Maritatu).

Cosa mangiare a Palermo: la rosticceria palermitana

Cosa mangiare a Palermo - le iris
Iris con crema di Ricotta, fritte o al forno, una delizia

Un’altra vera e propria istituzione culinaria palermitana è la Rosticceria che troveremo in tutti i bar – pasticcerie oppure nei panifici, si tratta di pezzi, da un impasto morbido e saporito, realizzato con farina di tipo 0, farina manitoba, strutto, lievito di birra, zucchero e acqua, tale impasto viene utilizzato per creare una varietà di forme e ripieni, tutti rigorosamente salati. Tra le forme più classiche troviamo:

Calzoni fritti o al forno: ripieni di mozzarella e prosciutto cotto, o salame o melanzane.

Rollò: farciti con wurstel e mozzarella.
Ravazzate: ripiene di carne tritata e piselli
Rizzuole: simili alle Ravazzate per ripieno, ma rigorosamente fritte
Pizzette: con pomodoro e mozzarella
Rustici: ripieni di svariate cose: salame piccante, salsiccia, speck e funghi, melanzane… ogni rosticcere spazia nei suoi condimenti, ma qualunque pezzo di rosticceria volete assaggiare, sarà un successo, sarà un cibo da asporto perfetto per una pausa pranzo veloce o una cena informale.

Tra la rosticceria troveremo anche uno dei dolci che i palermitani amano gustare a colazione, (ma anche in qualsiasi ora del giorno), è la Iris fritta o al forno, un involucro di pasta morbida che racchiude dentro un’ abbondante ripieno di ricotta e gocce di cioccolato, il tutto sigillato da una panatura esterna croccante, un dolce che come sicuramente avrete capito, si divora con gli occhi prima di gustarlo con la bocca.

Il Cartoccio rappresenta uno dei prodotti tradizionali a Palermo specialmente a colazione accompagnato da un buon caffè. Insieme all’ Iris, il cartoccio fa parte della rosticceria dolce palermitana, una vera e dolce goduria per il palato.
Ma cos’è il cartoccio siciliano? Non è altro che un cannolo di pan brioche rigorosamente fritto, passato nello zucchero e farcito con crema di ricotta e gocce di cioccolato.

Cosa mangiare a Palermo: la pasta, regina della tavola

Pasta con le Sarde una specialità palermitana

La pasta è un elemento fondamentale della cucina palermitana, protagonista di una varietà di primi piatti ricchi di sapori e tradizione. Dalla terra al mare, gli ingredienti utilizzati per i primi piatti palermitani sono quelli tipici della Sicilia: pomodori, melanzane, ricotta, basilico, carne, salsiccia, pesce fresco e frutti di mare.
Ecco alcuni dei primi piatti tipici da non perdere a Palermo.

la pasta alla Norma è uno dei simboli della cucina siciliana in generale e conosciuta davvero ovunque. Pasta condita con pomodoro fresco, melanzane fritte, ricotta salata e basilico.

la pasta con le sarde, un classico della cucina palermitana, originale per l’accostamento dei suoi ingredienti così diversi e contrastanti, ma così bene armonizzati fra loro, fatta con sarde fresche, finocchietto selvatico e zafferano, un piatto dal sapore deciso e aromatico,

la pasta c’anciova e muddica, l’alternativa alla più famosa pasta con le sarde, fatta con acciughe e pangrattato tostato.

La Pasta chi vruocculi arriminati (Pasta con broccoli o meglio cavolfiori, mescolati) uno dei piatti palermitani per eccellenza insieme alla pasta con le sarde e gli anelletti al forno. Fatto con broccoli morbidi e dolci, ancora addolciti dalla cipolla e dall’uva passa, dai pinoli che impreziosiscono il condimento, dallo zafferano che colora e profuma, dalle sarde salate che rendono il piatto forte e gustoso.

gli anelletti al forno, un timballo di pasta, tipico della cucina palermitana, con ragù di carne, melanzane, uova sode e caciocavallo. Un piatto ricco e saporito.

Pasta al nero di seppia: un piatto decisamente irrinunciabile! Buono, gustoso e completo, perché oltre al sugo, rigorosamente nero, realizzato con l’aggiunta della sacca della seppia contenente un colorante naturale dal gusto intenso, contiene anche la seppia tagliata a striscioline, che insaporirà e renderà più corposo il piatto.

Non solo tradizione

Oltre ai piatti tipici, la cucina palermitana offre anche primi piatti più innovativi, che reinterpretano la tradizione con un tocco di modernità, tra questi troviamo:

La pasta con cozze e tenerumi, un primo piatto estivo tipicamente siciliano, una rivisitazione della classica e sicilianissima “minestra con i tenerumi“. In questo  piatto il gusto deciso delle cozze si sposa benissimo col delicato e particolare gusto dei tenerumi che arricchiti da quello che noi siciliani chiamiamo “pic pac” o “picchi pacchi” un condimento semplice preparato con olio, aglio, polpa di pomodoro, danno un risultato finale eccezionale.

Casarecce con broccoli siciliani, speck e noci, un primo piatto dal sapore deciso e avvolgente, che unisce la tradizione siciliana alla creatività culinaria, dove la dolcezza del broccolo sposa la gustosità dello speck e la croccantezza delle noci

Tra i primi piatti più apprezzati a Palermo troviamo i piatti a base di pesce, un’esperienza culinaria da non perdere, un viaggio alla scoperta dei sapori autentici del mare Mediterraneo. Tra questi primi piatti spiccano:

Gli spaghetti con le vongole veraci, un piatto semplice ma saporito, che rappresenta la quintessenza della cucina mediterranea. Il gusto delicato delle vongole si sposa perfettamente con il sapore del mare e la cremosità della pasta, creando un’esperienza culinaria davvero unica.

Il Risotto con frutti di mare un viaggio sensoriale alla scoperta dei sapori del mare, un’esperienza culinaria da non perdere.

La pasta con pesto, gamberetti e pomodorino è un connubio perfetto di sapori mediterranei che conquista ogni palato.

Cosa mangiare a Palermo: secondi piatti

Cosa mangiare a Palermo - spiedini siciliani
Spiedini siciliani, carne di vitello ripiena di gusto

I secondi piatti palermitani sono un viaggio alla scoperta dei sapori autentici della tradizione siciliani, piatti ricchi di sapori e di profumi, frutto di diverse influenze che si sono susseguite nel corso dei secoli. Tra i secondi piatti tipici di Palermo, troviamo:

le sarde a beccafico, tipico piatto della cucina tradizionale, pesce azzurro che avvolge un profumato trito di cipolla, prezzemolo, mollica di pane e “passolina e pinoli”, potete gustare questo piatto nelle numerose trattorie tradizionali.

gli involtini di pesce spada, fettine di pesce spada tagliate piuttosto sottili e con un ripieno dagli ingredienti semplici ma molto gustosi.

gli involtini di carne, di vitello o manzo ripieni di pangrattato, uva passa, pinoli e formaggio.

i polpi murati. Si tratta di una ricetta antica, tramandata di generazione in generazione, che affonda le sue radici nella cultura marinara della città. Devono il nome al metodo di cottura, in quanto cucinati assolutamente con il coperchio, quindi murati, cosa che permette ai polpetti, di cuocersi lentamente mantenendo  tutto il loro squisito sapore.

Non mancano a Palermo i piatti tradizionali della cucina casalinga, tra questi ricordiamo:

Il Falsomagro, un secondo piatto tipico della tradizione siciliana, un vero e proprio trionfo di sapori e di profumi. Si tratta di un falso arrosto di carne ripieno di carne macinata, uova sode, mortadella o salumi vari e formaggio, cotto in un sugo di pomodoro

Oltre a questi secondi piatti tipici, la cucina palermitana offre anche una varietà di altre specialità che bisogna assaggiare venendo a Palermo:

La caponata di melanzane  un noto piatto siciliano composto da verdure fritte, principalmente melanzane, e condite con salsa agrodolce.

E infine un delizioso dolce

Cannoli Siciliani
Cannoli di Piana degli Albanesi, una bontà indescrivibile

Il pasto si conclude in bellezza con i dolci tipici. La pasticceria palermitana vanta una tradizione millenaria, che affonda le sue radici nella dominazione araba e normanna. I dolci tipici di Palermo sono un vero e proprio trionfo di sapori e di profumi, frutto di un’arte culinaria unica e raffinata. Ecco alcuni dei dolci palermitani più famosi:

I Cannoli, un capolavoro della pasticceria, cialde fritte ripiene di crema di ricotta fresca.

la cassata siciliana, un dolce a base di ricotta, canditi e pasta di mandorle.  Un’opera d’arte, una sinfonia di sapori, che dalle vetrine delle pasticcerie, tutto l’anno è un invito costante alla tentazione.

La frutta martorana un dolce tipico siciliano, che si consuma soprattutto durante il periodo dei morti, ma che è una icona della nostra tradizione. Realizzata con pasta di mandorle e decorata con colori vivaci.

Concludendo questo viaggio tra i sapori e i colori di Palermo, sia che siate amanti della tradizione o curiosi di sperimentare nuove proposte, Palermo saprà conquistarvi con la sua cucina ricca, gustosa e unica, Palermo è una città che si vive con tutti i sensi, e il cibo è un elemento fondamentale per comprenderne la cultura e l’anima.

Per concludere visitate i mercati locali. I mercati di Palermo sono un vero e proprio paradiso per gli amanti del cibo. Potrete trovare prodotti freschi di stagione, spezie, erbe aromatiche e street food di ogni tipo.

Serafina Stanzione

Foto di copertina by depositphotos.com

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare anche...

Fiabe Siciliane: La Povera-bella

Tra le vecchie fiabe popolari Siciliane, ci sono patrimoni di saggezza e significati nascosti che per lunghi anni hanno accompagnato i nostri antenati. Tramandate...

Villa Branciforti di Butera a Bagheria

La villa Branciforti di Butera, realizzata nel 1658 per volontà di Giuseppe Branciforti, fu la prima villa costruita nel feudo di Bagaria e dunque...

Il Teatro Bellini di Palermo

Nella omonima piazza Bellini, un tempo denominata Piano di S. Cataldo, uno degli angoli più suggestivi e affascinanti della città, sorge, circondato da tre...

Baccalà in crosta di gruyére e chinoa, salsa al cerfoglio, cipollotto ed emulsione di porri

Lo chef Giuseppe Guardí, ci propone oggi il baccalà, un secondo piatto dedicato alla terra e ai suoi frutti. Lo chef cerca da sempre di proporre...

Confettura di Cachi

La Confettura di cachi è una conserva molto particolare realizzata con questo frutto autunnale dal sapore inconfondibile, perfetta da spalmare su fette biscottate, ma anche per realizzare...

L’urna con le ossa di Santa Rosalia

Dopo la folcloristica tradizione del Festino, di solito di celebra la vera festa religiosa dedicata a Santa Rosalia, con il passaggio delle spoglie mortali...